Riscaldamento casa di riposo anziani
Sezione Residenziale
Progetti realizzati

Riscaldamento casa di riposo anziani

Fonti di energia rinnovabile per il fabbisogno energetico della casa di riposo per anziani

Tipologia di intervento: efficientamento energetico

Progettista: Tatano 

Installatore: i lavori di efficientamento energetico sono stati eseguiti dalla ditta installatrice Water Sol Maroc Marrakech, partner Tatano

Prodotti Tatano: Caldaia policombustibile a biomassa, modello Kalorina K2010 M e Sil Max 800.

 

Esigenza del cliente

La casa di riposo Villa Gillet rappresenta una delle strutture più in vista di Marrakech pensata per essere un luogo di ritrovo, di relax e di benessere. In occasione dell’ampliamento della struttura si decide di sfruttare per il proprio fabbisogno energetico fonti di energia rinnovabili e sostenibili, al fine di risparmiare sui costi in bolletta e contribuire alle riduzioni delle emissioni di CO2.
Una scelta orientata all’efficientamento energetico e all’utilizzo di prodotti tecnologici e affidabili nel tempo in modo che possano avere una lunga vita, come la Villa stessa!
 

Soluzione di progetto

In questa ottica, viene realizzato un impianto moderno funzionante a nocciolino e pellet di legna, con l’installazione di due caldaie, modello Kalorina K2010 M (elettromeccanica) e Sil -Max silo di serie, che vanno a sostituire una caldaia obsoleta a gas da 100 kWatt.

    • Superficie
      760 m²; 400 mc (piscina)
    • Modello caldaia
      K 2010 M (n. 2)
    • Potenza termica installata
      208 kW
    • Accumulo Inerziale
      N. 1 Puffer per una capacità di 3000 L di acqua tecnica
    • Tipologia di impianto
      misto, pavimento radiante e termosifoni
    • Combustibili
      Pellet di legna e nocciolino dalla filiera a corto raggio
    • Stoccaggio combustibile
      Sil-Max 800 con carico dei silos ad aspirazione pneumatica
    • Superficie/Volume di stoccaggio
      3000 Kg
    • Break-even point
      3 anni
    • Risparmio annuo previsto
      70% rispetto al combustibile fossile

Dettagli del progetto

La soluzione dell’impianto in cascatapermette di rispondere alle singole esigenze di potenzialità dei circuiti termici, temperature e tipologie di impianto. 

Le caldaie Kalorina K 2010 M producono acqua a 75° C per il circuito primario, che assicura il riscaldamento della piscina di 400 mc attraverso uno scambiatore, mentre il riscaldamento radiante della struttura, estesa sui 700 mq sfrutta l’acqua a bassa temperatura.  

Per garantire una maggiore autonomia all’impianto, le caldaie sono state previste con i Sil-Max 800 in sostituzione ai silos di serie, mentre un sistema pneumatico ad aspirazione provvede al caricamento settimanale del combustibile.

Grazie all’accumulo di acqua tecnica le caldaie si possono esprimere sempre al 100% della potenza, raggiungendo rendimenti elevati e contenendo al minimo i residui di combustione.