Sistema standard collaudato e sicuro

Tatano offre la soluzione ottimale per depositi a pellets di grandi dimensioni grazie a un sistema di estrazione ad alimentatore snodato a coclea.

La posizione della coclea di estrazione, collocata orizzontalmente in profondità permette il trasporto efficiente dei pellets e delle biomasse granulari alla caldaia; consente inoltre di sfruttare in maniera ottimale il volume del locale e di svuotare completamente il deposito.

L’alimentatore adiacente al vano caldaia, viene disposto sullo stesso livello e si sviluppa in lunghezza, in diverse dimensioni. Questo sistema, conveniente ed efficiente, è assolutamente affidabile e si contraddistingue per un funzionamento silenzioso con minimi interventi di manutenzione.

I vantaggi

  • Grandi volumi di stoccaggio con conseguente autonomia dell’impianto
  • Trasporto pulito e senza polveri del pellet e svuotamento completo del deposito.
  • Bassi costi di gestione nell’utilizzo e nella manutenzione.
  • Vano esistente di forma rettangolare che diventa compatibile con il sistema di deposito pellet.
  • Elevata resistenza all’usura della coclea grazie alla spirale in acciaio inox
  • Ridotto consumo di corrente grazie alla prevenzione delle resistenze meccaniche.
    • Idoneo per biomasse
      pellet di legna classe A1 e A2 (EN 17225-2) sansa, nocciolino, gusci triti (EN 17225-6)
    • Sistema valido per
      caldaie a pellet (151 kW- 1 MW) della serie Kalorina K22 E/ EPA, K24 E/EPA; caldaie classe 5 della serie Kalorina LE-PA.
    • Sistema di riempimento
      pneumatico (dall’autobotte) oppure con mezzi meccanici (tramite apposite botole di carico).
    • Gruppo motoriduttore
      400 Volt (3 fasi)
    • Lunghezza standard
      3 m
    • Lunghezza massima
      5 m
    • Lunghezza utile pescante
      da 2 m a 4 m, tramite le bocche di prelievo
    • Altezza massima di carico pellets
      2,45 m

La coclea di trasporto ha elevata resistenza all’usura grazie alla spirale in acciaio inox contenuta all’interno del tubo convogliatore e realizzato in acciaio al carbonio verniciato (su richiesta anche in acciaio inox 304 o 316 L).
Il pellet viene prelevato dal deposito tramite le bocche di prelievo, portato nel pozzetto di caduta al di sopra del bruciatore e fatto cadere per gravità.
Quest’ultimo elemento fa transitare il combustibile, costituendo un sistema di sicurezza contro il ritorno di fiamma tramite il sensore di livello previsto all’interno; attiva il sistema di caricamento garantendo cicli regolari verso il punto di prelievo dalla coclea di alimentazione caldaia.

L’alimentatore snodato è costituito da:

  1. Gruppo motovario riduttore (adeguato alla portata combustibile).
  2. Tubo convogliatore con tre bocche di prelievo;
  3. Elicoide che ruotando sul proprio asse, esercita una componente di spinta assiale sul materiale contenuto nel tubo convogliatore;
  4. Sensore capacitivo di livello che regola la coclea di estrazione, generando intervalli d'inserimento ottimali del combustibile con consumo minimo di energia;
  5. Funzionamento automatico tramite comando e programmazione sulla scheda caldaia;
  6. Valvola antincendio.