Solare termico a circolazione naturale

Guida al riscaldamento Solare termico acqua calda sanitaria boiler

Il sistema solare termico a circolazione naturale è il sistema più semplice e vantaggioso per la produzione di acqua calda sanitaria per le abitazioni mono e bifamiliari, sia per le nuove costruzioni sia in caso di ristrutturazioni. Consente di ridurre i costi energetici e le emissioni di CO2 in modo sostenibile.

Data pubblicazione: 23-07-2020
Autore: Riccardo Vinci
Solare termico a circolazione naturale | Tatano energie rinnovabili

Il pannello solare a circolazione naturale. Come funziona? Scopriamolo in 5 passaggi.

  1.  I pannelli solari catturano l’energia solare;
  2.  Il pannello solare contiene un fluido antigelo (glicole);
  3.  L’energia del sole attraversa il vetro e incontra l’assorbitore che, scaldandosi, trasferisce calore al fluido termovettore;
  4.  Il fluido termovettore grazie al calore si sposta verso l’alto, nell’intercapedine del bollitore. Qui avviene la cessione del calore al circuito sanitario e il liquido raffreddato fluisce di nuovo nella parte inferiore del pannello;
  5.  Quindi grazie al moto convettivo del liquido riscaldato, avviene la circolazione all’interno del sistema pannello-scambiatore di calore con la conseguente produzione di acqua calda sanitaria. 

Nell'impianto solare termico a circolazione naturale, questo ciclo avviene per effetto della convezione: non viene utilizzata quindi una pompa di circolazione e di conseguenza non ci sono consumi elettrici.

Il pannello solare a circolazione naturale.
Il pannello solare a circolazione naturale.

Quali sono i vantaggi del solare termico circolazione naturale?

  • Consente di risparmiare fino al 60% sul fabbisogno energetico per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • Non necessita di circolatore e di regolatori elettronici, di conseguenza non richiede consumi elettrici;
  • Essendo dei sistemi ad alta efficienza, garantiscono il funzionamento anche a basse temperature;
  • Sono disponibili nella soluzione da 200 l con un collettore solare e nella versione da 300 l con 2 collettori solari;
  • Può essere installato sia su tetti inclinati che su tetti o superfici piane (terrazze o giardini);
  • Possono essere collegati in parallelo per garantire la copertura di un maggior fabbisogno di acqua calda sanitaria;
  • Ha tempi di manutenzione ridotti;
  • Accedono all'incentivo Conto termico e agli incentivi dello Stato sotto forma di detrazioni fiscali e agevolazioni, l'investimento sarà ammortizzato nel breve periodo;

Incentivi solare termico: quali sono?

É possibile acquistare il sistema solare termico beneficiando di diversi incentivi. Vediamo nello specifico quali sono:

  • Ristrutturazione Edilizia: in caso di ristrutturazione edilizia è possibile detrarre il 50% dalla dichiarazione dei redditi in 10 rate annuali.
  • Efficientamento Energetico: in caso di intervento di efficientamento energetico è possibile beneficiare di una detrazione del 65% dalla dichiarazione dei redditi in 10 anni (in questo caso è possibile beneficiarne sia in abitazioni che in aziende).
  • Conto Termico: in caso di installazione di un sistema solare termico su abitazione (costruita e accatastata in data antecedente il 2012) sarà possibile beneficiare dell'incentivo erogato dal GSE sotto forma di bonifico. L'incentivo viene erogato dopo 90 giorni dal fine lavori direttamente sul conto corrente del beneficiario.

Caldaia a biomassa con solare termico a circolazione naturale: sistema combinato

Caldaia a biomassa con solare termico a circolazione naturale: sistema combinato
Caldaia a biomassa con solare termico a circolazione naturale: sistema combinato

In alcune zone particolarmente fredde, nel periodo invernale e in particolare nelle ore in cui l'irraggiamento solare è inferiore rispetto alle ore diurne, il sistema solare termico a circolazione naturale avrà bisogno di un integrazione per la produzione di acqua calda sanitaria. 

Il sistema solare a circolazione naturale anche in questo caso, per produrre acqua calda sanitaria sfruttando l'energia solare, seguirà il principio di convezione termica.

La soluzione sistema solare a circolazione naturale e caldaia a biomassa, consente di risparmiare su 2 versanti:

  • nel periodo estivo la caldaia resterà spenta e la produzione di ACS avviene esclusivamente con l'energia solare;
  • nel periodo invernale, la caldaia, andrà ad agire solo per integrare quanto non è stato coperto dall'energia solare in termini di temperatura ceduta all'acqua sanitaria. Quindi nel periodo invernale la caldaia si attiverà per integrare il sistema solare solo nei giorni più freddi e nelle ore più fredde.

Il boiler del sistema solare, oltre ad essere dotato di una serpentina in rame per l'integrazione con la caldaia, è dotato anche di una resistenza elettrica.

In questo periodo per l’acquisto e l’installazione del sistema potresti beneficiare dell’incentivo conto termico. Questo ti consentirebbe di recuperare subito l’investimento e di risparmiare sui costi energetici della tua abitazione

Pannelli solari