ITA | ENG | FRA | ROM | ESP | GRE |

Azienda Progetti realizzati Microrete di teleriscaldamento (Nantes, Francia - 2013)

Microrete di Teleriscaldamento
(Nantes, Francia - 2013)

Nel panorama europeo delle città medie in competizione per sperimentare il nuovo
paradigma della Città Creativa emerge Nantes come uno dei più grandi progetti di
rinnovamento urbano in Europa affidato a Alexander Chemetoff.
Una nuova centralità urbana contenente un mix di abitazioni e servizi pubblici ma
soprattutto nuove attività produttive caratterizzate dalla innovazione tecnologica,
dalla creatività e dalla sostenibilità.

Seguendo lo stesso concetto Les Ecossolies è uno stabile di uffici destinati alle giovani
imprese che tramite la loro attività di innovazione, creazione e ricerca metteranno a
disposizione degli strumenti per promuovere la cooperazione e lo sviluppo economico
nei progetti di economia sociale e solidale al servizio dell'intera area ESS della Francia
e dei suoi stakeholders locali. 

Innovazione e sostenibilità sono criteri che determinano la soluzione energetica
dell'edificio, quindi la scelta cade sull'utilizzo di fonti di energia rinnovabili e in particolare
sulla caldaia a biomassa. 

Nel novembre del 2013, una caldaia policombustibile a biomassa, modello Kalorina
K 2223 EPA (267 kW) viene impiantata in un ultramoderno impianto di riscaldamento
allestito all'interno di un container come centrale termica e riscalda 3 sottostazioni di una
piccola rete di teleriscaldamento. La caldaia, alimentata a pellet, con un funzionamento
completamente automatico e gestione elettronica per ogni fase di combustione è dotata di
sistemi di pulizia pneumatica per garantire il massimo rendimento di esercizio.
La configurazione tecnica dell'impianto permette alla caldaia di riscaldare le diverse zone
sia tramite VMC (ventilazione meccanica controllata) sia tramite i termosifoni. Inoltre, sono
stati integrati due bollitori da 1000 litri per coprire il fabbisogno di ACS.
Un multiciclone depolveratore fumi a bordo macchina completa l'impianto, garantendo
delle emissioni minime. L'impianto di aspirazione fumi, con controllo elettronico assicura
un ottimo tiraggio.

Un secondo container adibito allo stoccaggio del combustibile assicura l'alimentazione del
pellet alla caldaia tramite un alimentatore snodato a coclea. Il container di stoccaggio è in
grado di contenere fino a 30 m³ di combustibile caricato da autobotti tramite gli appositi
bocchettoni garantendo un'autonomia di esercizio dell'impianto di due settimane.

Tramite il modulo di teleassistenza e telecontrollo inserito di serie è possibile il monitoraggio
e l'assistenza remota attraverso il PC.

L'impianto è stato realizzato dall'equipe di ingegneri di Weya, partner Tatano (www.weya.fr)
che assicurerà l'assistenza tecnica e la fornitura di combustibile per questa centrale termica.


CARATTERISTICHE TECNICHE

Modello: K 2223 E (n. 1) 

Potenza utile: 267 kW

Combustibili: Pellets di legna

Stoccaggio combustibile: Container di stoccaggio (30 m³)

Trasporto combustibile: Alimentatore snodato a coclea

Risparmio annuo: 40% rispetto a gas

F.lli Tatano Snc