ITA | ENG | FRA | ROM | ESP | GRE |

Assistenza tecnica-Servizi Consigli per il risparmio energetico

Risparmiare sul riscaldamento senza rinunciare al benessere e al comfort è possibile.
Basta agire su vari fronti e fare piccole attenzioni nei comportamenti di tutti i giorni per rispettare l’ambiente e risparmiare.


Ecco alcuni consigli:

•  Dimensiona correttamente l’impianto di riscaldamento sulle effettive esigenze:
   una caldaia troppo potente, se non necessaria, fa consumare molta più energia.

•  Effettua annualmente la manutenzione della caldaia. Una caldaia non perfettamente
   efficiente aumenta i consumi. Inoltre, è necessario effettuare l’analisi di combustione
   e la pulizia della canna fumaria da parte di un addetto (il fumista).

•  Fai eseguire da personale specializzato il controllo, la pulizia e la manutenzione periodica
   dell’impianto. Risparmierai il 15% sui consumi.

•  Pulisci o sostituisci regolarmente i filtri d’aria dei fancoil.

•  Mantieni puliti i radiatori a battiscopa, evitando restrizioni con mobili, tappeti, tendaggi.

•  Se hai il riscaldamento ad aria ispeziona i condotti di ventilazione ai fini di verificare la
   corretta sigillatura e pulizia, eliminando cosi perdite d’aria pari a 15-20%.

•  Spurga l’aria dai radiatori per tenerli sempre alla massima efficienza e per una
   migliore resa della caldaia. Fai montare la valvola di sfiato nei vecchi termosifoni.

•  Evita di coprire i termosifoni con mobili o tende, non utilizzare neanche copri termosifoni.
   L’aria deve circolare liberamente intorno per migliorare l’efficienza.

•  Se i termosifoni si trovano sui muri esterni è utile mettere dietro dei pannelli riflettenti per
   ridurre le dispersioni. Otterrai così un risparmio del 5% sul riscaldamento.

•  Imposta il termostato su una temperatura interna di massimo 20°C, ogni grado in più di
   temperatura significa aumentare i consumi del 8%.

•  Munisciti di una centralina di regolazione automatica della temperatura per diversificare la
   temperatura nelle zone della casa.

•  Fai installare delle valvole termostatiche sui radiatori che consentono di risparmiare e
   di migliorare il comfort nei singoli ambienti (risparmio fino al 20%).

•  Nelle ore notturne spegni la caldaia o regola il timer per farla riaccendere due ore prima del
   risveglio. In ambienti particolarmente freddi che non permettono lo spegnimento basta
   regolare la temperatura notturna a soli 16°C sfruttando il calore immagazzinato nei muri.

•  Abbassa la temperatura dell’acqua della caldaia. Nelle mezze stagioni non è
   necessario mantenerla a 70-75°C. Imposta manualmente il valore su 50-60°C.

•  Installa i riduttori di flusso su tutti i rubinetti e le docce di casa.
   Si riducono cosi i consumi di acqua calda del 20-30%.

•  Se lo scaldabagno è del tipo a riscaldamento istantaneo, la pulizia dello scambiatore e
   della serpentina che elimina i depositi di calcare assicura la riduzione dei consumi del 15%.


Anche a livello edile è possibile effettuare scelte che agevolano il risparmio:

•  Spegni i radiatori che si trovano in ambienti poco utilizzati (ripostigli, sottoscala, soffitto)
   o tieni almeno le porte chiuse per non fare circolare l’aria calda.

•  Se l’abitazione è su più livelli, con scale aperte, chiudi i radiatori all’ultimo piano,
   poiché l’aria calda va comunque sempre in alto.

•  Non fare aerare le stanze troppo a lungo. Apri le finestre nelle ore più calde della
   giornata per brevi periodi.

•  Abbassa le tapparelle nelle ore notturne. I vetri provocano una grande dispersione
   del calore interno.

•  Installa doppi vetri nei serramenti delle finestre e delle porte finestre per impedire la
   dispersione termica.

•  Isola il cassetto degli avvolgibili sopra le finestre ed in generale ogni spiffero della casa.

•  Coibenta pareti, soffitti, sottotetti per impedire la dispersione del calore all’esterno.
   La coibentazione completa delle pareti (cappotto termico) ti potrebbe far risparmiare
   anche il 70%.

•  Se fai molto uso delle stufette elettriche per riscaldare, considera che consumano
   quasi il doppio di energia primaria rispetto ai sistemi a combustibile.


Conviene valutare interventi migliorativi sul riscaldamento che presi in
considerazione riducono drasticamente i consumi:


•  Riqualificazione dell’impianto.

•  La sostituzione della vecchia caldaia con una ad alta efficienza energetica.
 
•  Installare pannelli solari termici per la produzione d’acqua calda sanitaria.

•  L’impianto a pavimento rappresenta la nuova frontiera del risparmio energetico e
   dell’efficienza. I risparmi variano da un minimo del 25% per piccoli ambienti fino
   al 50-60% per grandi ambienti.

Il costo di questi interventi viene diminuito notevolmente dall’effetto delle
detrazioni fiscali del 55%.